Decreto “Cura Italia” appena varato dal Governo

Quale responsabile dell’associazione di categoria, A.N.B,B,A. condivido e faccio mie le istanze ed esigenze risarcitorie vantate giustamente anche da B&B e Appartamenti vacanze senza P. IVA, che attualmente restano fuori dal Decreto “Cura Italia” appena varato dal Governo.

Nel decreto sono infatti inclusi i commercianti con P. IVA, ma si sono dimenticati dei commercianti senza P. IVA, i B&B appunto (“redditi commerciali occasionali” per l’AdE) e gli appartamenti vacanza, regolarmente in possesso di SCIA.

 

Inutile reiterare quanto sia importante per l'economia il turismo, ed in particolare le piccole e medie attività (B & B e Case per Vacanza) che avevano già superato in termini di fatturato (nella loro globabiltà e capillarità)  i "Grandi Alberghi>" così coccolati dai Governi precedenti.

Facciamo sentire il nostro peso. Iscriviamoci ad una qualsiasi associazione di Categoriae potremo var valere il nostro peso specifico.  

L'Associazione esercita una forte pressione  nei confronti del Ministero delle Attività produttive e dell' informazione (comunicati stampa) nei confronti degli operatori in attesa di notizie.

 

In tempi di pandemia TUTTE le categorie devono essere incluse dal decreto, non ci sono preferenze politiche: quindi attualmente stiamo semplicemente assistendo ad una DIMENTICANZA da parte del Governo?

Piscopo / Gherardi / Calandra 

 

Evidenza: evidenza

Data: 19/03/2020