Attività ricetive extra-alberghiere - Debbono chiudere si o no ?

Aggiornamento del 21 marzo 2020 

 

 

Io resto a casa

Presidenza Consiglio dei Ministri - Stralcio da pagina Decreto#ioRestoCasa,

domande frequenti sulle misure adottate dal Governo.

 

 

TURISMO

  1. Cosa prevede il decreto per gli spostamenti per turismo?  Sull’intero territorio nazionale gli spostamenti per motivi di turismo sono assolutamente da evitare. I turisti italiani e stranieri che già si trovano in vacanza debbono limitare gli spostamenti a quelli necessari per rientrare nei propri luoghi di residenza, abitazione o domicilio.
    Poiché gli aeroporti e le stazioni ferroviarie rimangono aperti, i turisti potranno recarvisi per prendere l'aereo o il treno e fare rientro nelle proprie case. Si raccomanda di verificare lo stato dei voli e dei mezzi di trasporto pubblico nei siti delle compagnie di trasporto terrestre, marittimo e aereo.
  2. Gli alberghi, i bed and breakfast e le altre strutture ricettive devono restare chiusi? No, non è prevista la sospensione delle attività delle strutture turistico-ricettive di alcun tipo. Alberghi, bed and breakfast, agriturismi, case vacanze e affittacamere possono quindi proseguire regolarmente la propria attività.
  3. Come si svolge il servizio di ristorazione e di somministrazione di alimenti e bevande all’interno degli alberghi e delle altre strutture ricettive?I bar e i ristoranti all’interno degli alberghi e delle strutture ricettive possono continuare a svolgere la propria attività esclusivamente in favore degli ospiti di dette strutture e nel rispetto delle precauzioni di sicurezza vigenti.
  4. Come si deve comportare la struttura turistico ricettiva rispetto ad un cliente? Deve verificare le ragioni del suo viaggio?Non compete alla struttura turistico ricettiva la verifica della sussistenza dei presupposti che consentono lo spostamento delle persone fisiche.

************************

 

 ATTIVITA'  RICETTIVE EXTRA-ALBERGHIERE

In riferimento alle disposizioni restrittive  per l'emergenza CORONAVIRUS divulgate , sia attraverso i canali televisivi, sia on-line ,  e sia con le speciali conferenze stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri,  Giuseppe Conte, 

ANBBA informa 

che tutte le attività ricettive extra-alberghiere è consigliabile che debbano rimanere chiuse a titolo precauzionale e questo è giustificato anche dal fatto che specialmente per le attività a gestione familiare la presenza degli ospiti potrebbe generare un aggravamento nell'erogazione dei servizi già peraltro precario in questo stato di emergenza ,  almeno per i periodi temporali stabiliti dai vari decreti  e non ricevere più clienti provenienti da ogni parte  , potranno,  in ipotesi accettare clienti   le case e appartamenti per vacanze gestite , sia privatamente , che in forma imprenditoriale,  e le locazioni turistiche,  in quanto  , e questo motivato dal fatto che  gli eventuali ospiti , che offriranno valide motivazioni per le quali richiedono ospitalità , hanno la possibilità  autonoma di approvvigionarsi di cibo e preparalo nelle rispettive strutture , comunque è consigliabile,  in questa evenienza ,   di prendere tutte le precauzioni del caso per un check-in e  check-out  protetto e  di intensificare l'osservanza di norme igieniche sopratutto prima della consegna degli alloggi e,  subito dopo la partenza  degli ospiti , con appropriati prodotti igienizzanti.

Torniamo a ripetere che le richieste di alloggio debbono essere seriamente motivate da motivi attinenti alle deroghe contenute negli appositi decreti governativi ma comunque , data la particolare situazione,  è sempre meglio informarsi presso le autorità locali in quanto ,  sia in campo regionale,  che comunale , vengono di volta in volta , emanate ordinanze in proposito.

E' comunque da rifiutare ogni qualsivoglia richiesta di ospitalità a fini TURISTICI privilegiando eventualmente richieste da personale sanitario o dalle forze dell'ordine o dalla pubblica amministrazione che,  per ragioni correlate all'emergenza CORONAVIRUS ,  richiedessero un supporto logistico in virtù di  trasferimenti  disposti e autorizzati  dalle rispettive competenti autorità.

 La Direzione di ANBBA

_______________________________________

Comunicato da IPSOA sul decreto governativo dell'11 marzo 2020 

 

  

       clicca 

Data: 20/03/2020