Arriva anche a Roma la tassa di soggiorno sulle Locazioni Turistiche

Arriva anche a Roma la tassa di soggiorno sulle Locazioni Turistiche

Come previsto dal DL. 50/2017 convertito nella Legge  96/2017  anche le locazioni turistiche e affitti bervi pagheranno la tassa di soggiorno stabilita per Roma Capitale in 3,50 euro a notte fino ad una permanenza di 10 giorni. In sintesi se una coppia di viaggiatori viene a Roma e preferisce alloggiare in un appartamento  per 10 giorni , dovrà versare al Comune ben 70 euro che sono 35 euro a testa molto di più di una bella porzione di spaghetti "all'amatriciana"  in un osteria romana. Ma la cosa che interessa è fare cassa.

E allora  "Il nuovo regolamento sul contributo di soggiorno è pronto. Per la cronaca solo l'anno scorso il maggiore portale OTA che è AirBnB ha accolto 1.4 milioni di ospiti"e quindi la nuova giunta capitolina ha fatto un po’ di conti !!! L’assessore al Turismo di Roma Capitale, illustra che . "Il nuovo regolamento ha l'obiettivo anche di regolarizzare queste situazioni e dovrebbe portare 20 milioni in più all'anno nelle casse comunali". Per gli affitti brevi, saranno applicati 3 euro e 50 centesimi di "contributo di soggiorno a notte a persona fino a 10 notti".

"Ci sono diversi operatori che incasseranno per nostro conto. Appena il provvedimento sarà operativo saranno fatti accordi con ciascun operatore".

Cos'è la tassa di soggiorno? - E' un'imposta sull'affitto di camere che potrebbe imporre il governo statale o locale. "In molti luoghi tale imposta è nota come tassa di soggiorno ma ci si riferisce a essa anche come tassa di pernottamento, tassa sulle camere, tassa sulle vendite, tassa turistica o tassa alberghiera".

Ammontare e normativa "variano a seconda della città e sono normalmente calcolate sulla base del prezzo dell'alloggio, con l’aggiunta di eventuali costi come spese di pulizia o per ospiti aggiuntivi".

"In alcuni posti la tassa di soggiorno è calcolata a persona, per notte. La tassa di soggiorno viene normalmente pagata dall'ospite ma l'obbligo di versarla all'ente preposto ricade normalmente colui che fa locazione turistica e quindi avanti … “Dura Lex sed Lex”  Siamo a Roma e parliamo latino !!!

 

Data: 26/01/2018