Il Canone RAI nelle strutture ricettive

Il Canone Rai

➜ Differenza Canone Rai Ordinario e Canone Speciale Rai

  Il canone Rai ordinario come sancito dalla Legge di Stabilità 2016 prevede un addebito nella fattura dell'utenza dell'energia elettrica di un importo pari a 100 euro, frazionato in 10 rate mensili da gennaio ad ottobre.

Il canone speciale RAI, previsto  per i pubblici esercizi, a differenza di quello ordinario prevede diverse tipologie di prezzo, sulla base dell'attività che risulta oggetto del pagamento.

Devono pagare il canone speciale Rai i soggetti che detengono 1 o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive in esercizi pubblici; locali aperti al pubblico o che risultano fuori dell'ambito familiare; o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto, questo quanto sancito dalla relazione al R.D.L. 21/02/1938 n. 246 e D.L.Lt. 21/12/1944 n. 458.

Come si devono però comportare i titolari di un'attività ricettiva extralberghiera?

Per strutture o attività extralberghiere si intende,tra le più diffuse: Bed and Breakfast, affittacamere, Case Vacanze, Case per Ferie, Residence etc.etc.
La gestione di tali strutture può essere di tipo imprenditoriale e non imprenditoriale.

Ho un'attività ricettiva extralberghiera. Il Canone Speciale RAI mi viene fatturato nell'utenza dell'energia elettrica?

In riferimento a questo tipo di attività, la legge prevede che il pagamento del canone nella bolletta della corrente elettrica NON venga   applicata, pertanto le modalità di pagamento rimangono le stesse previste prima dell’entrata in vigore della Legge di Stabilità.

In quali casi devo pagare il Canone Speciale Rai?

Il canone speciale Rai deve essere pagato per il possesso di televisioni e apparecchi radio in maniera del tutto indipendente dall'utilizzo che se ne fa.
Viene quindi applicata la stessa regola che si applica ai privati: l'imposta sul possesso della televisione è dovuta nel caso in cui si tratti di apparecchi CAPACI di ricevere il segnale digitale o satellitare.

Riportiamo di seguito il documento– elaborata dal Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni - dove si elencano gli apparecchi atti ed adattabili, soggetti al pagamento del canone TV, e gli apparecchi che non lo sono in quanto né atti né adattabili alla ricezione del segnale radiotelevisivo.

↓ Scarica QUI il documento del Ministero dello Sviluppo Economico

Dove trovo tutte le informazioni sugli importi del Canone Speciale Rai?

Tutte le informazioni sugli importi ordinati per tipologia di attività sono reperibili sul sito della RAI: http://www.abbonamenti.rai.it/Speciali/Speciali.aspx

Sito Abbonamenti RAI

Quali sono le modalità di pagamento per il Canone Speciale Rai?

Le modalità di pagamento sono principalmente 2:

– mediante domiciliazione bancaria autorizzata in precedenza, in riferimento ai moduli inviati dalla Rai (con addebito soltanto in modalità di pagamento annuale);

– mediante bollettino di c/c 2105 inviato alla Rai Radio Televisione Italiana. In tal caso si può richiedere il modello, se necessario, alla sede Rai che risulta competente per territorio tenendo a mente che la rata semestrale scade il 31 gennaio e il 31 luglio mentre quella trimestrale il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre.

Ricordiamo che anche nei casi in cui l'attività sia stagionale il canone speciale Rai è dovuto comunque per l'intero anno.

Ho una nuova attività ricettiva, cosa devo fare?

Le nuove attività ricettive sono tenute a sottoscrivere un abbonamento Rai scaricando l'apposito modulo dal sito ufficiale.
All'interno del modulo dovranno indicare:
la tipologia di utenza (radiofonica o televisiva),
la data di installazione,
le strutture ricettive devono inoltre indicare il numero di televisioni e di camere

Come faccio a disdire il Canone Speciale Rai?

La disdetta deve essere effettuata con raccomandata agli uffici Rai all'indirizzo:

Agenzia delle Entrate
ufficio di Torino, 1
Sportello abbonamenti tv
casella postale 22
10121 Torino

↓ SCARICA QUI il modulo di Disdetta del Canone Rai

C'è modo di recuperare l'IVA?

L'IVA è già compresa nel canone speciale Rai, pertanto per poterla scaricare i soggetti interessati potranno semplicemente utilizzare il bollettino prestampato oppure il modulo di domiciliazione.

Le Locazioni Turistiche devono pagare il Canone Speciale RAI?

No, le Locazioni Turistiche, (Vedi: Locazioni Turistiche: la guida completa), NON sono delle attività ricettive (si tratta solo di affitto dell'immobile, senza l'erogazione di servizi alla persona o di tipo alberghiero), pertanto non si può parlare di Pubblici Esercizi.  

I proprietari di immobili concessi in locazione turistica  dovranno quindi pagare il Canone Rai Ordinario, nella bolletta della corrente elettrica. 

Qualora si trattattasse di 2° casa e l’intestatario del contratto di fornitura dell’energia elettrica fosse lo stesso del contratto di fornitura per la casa di residenza, non si è soggetti al pagamento del canone e non è necessario inviare alcuna richiesta di esenzione.
Qualora gli intestatari fossero invece diversi, per richiedere l’esenzione si dovrà seguire le normali procedure ed utilizzare la modulistica predisposta per il canone ordinario (vedi punto successivo).

[AGGIORNAMENTO APRILE 2016]

Il decreto sul Canone Rai in bolletta è stato bocciato dal consiglio di Stato. Vi invitiamo quindi, riguardo al canone ordinario di contattare direttamente gli Uffici della Rai.  

Non ritengo di possedere i requisiti richiesti per dover pagare il Canone. Come comunico l'esenzione?

Per richiedere l'esenzione 2016 dall'addebito del canone RAI in bolletta elettrica è necessario inviare apposita autodichiarazione sostitutiva, utilizzando il modello dell'Agenzia delle Entrate, "Dichiarazione sostitutiva relativa al Canone di abbonamento alla televisione per uso privato", entro la scadenza prevista.

↓ Scarica qui il Modulo per richiedere l'esenzione
↓ Scarica qui le Istruzioni per la compilazione del Modulo d'esenzione

Ci sono delle scadenze da rispettare?

Sì, ci sono delle scadenze. Nel caso in cui la dichiarazione venga inviata in ritardo, ma comunque entro il 30 giugno, l'esenzione avrà validità per il solo secondo semestre dell'anno. Tutte le scadenze sono valide per il solo 2016, che è il primo anno di applicazione della Riforma del Canone RAI in bolletta. Dal 2017, la scadenza per la dichiarazione di esenzione sarà il 31 gennaio. Ricordiamo che in base alla Riforma del Canone RAI contenuta in Legge di Stabilità, il prezzo dell'abbonamento è di100 euro all'anno, suddivisi in dieci rate da 10 euro, addebitate bimestralmente sulla bolletta elettrica, solo per quest'anno a partire da luglio (con gli arretrati gennaio-giugno).

Come avviene l'invio del Dichiarazione sostitutiva relativa al Canone di abbonamento alla televisione per uso privato, nonché l'esenzione?

L'invio della Dichiarazione può essere effettuato tramite 2 modalità: telematico o cartaceo

INVIO TELEMATICO
L'invio effettuato per via telematica comporta l'uso dell'apposita applicazione web presente sul sito dell'Agenzia delle Entrate, attiva dal 4 aprile. Per utilizzare il servizio web è necessario registrarsi ai servizi telematici Entratel o Fisconline.

INVIO CARTACEO
Nei casi in cui non sia possibile l'invio telematico, è prevista la possibilità di spedire la dichiarazione in forma cartacea entro il 30 aprile 2016 (in attesa di proroga ufficiale al 15 maggio).

Segnaliamo che questa modalità di invio è prevista solo "nei caso in cui non sia possibile la trasmissione telematica" e va quindi considerata un'opzione non prioritaria. La dichiarazione cartacea va spedita a seguente indirizzo:

Agenzia delle Entrate
ufficio di Torino, 1
Sportello abbonamenti tv
casella postale 22
10121 Torino

E' necessario allegare la fotocopia di un documento di identità valido.

Il tutto, va spedito nella forma di plico raccomandato senza busta.

Significa che NON bisogna inserire documento e modello in una busta ma piegare i fogli in tre parti, scrivere mittente e destinatario sulla parte bianca che resta all'esterno, e chiudere il plico con una spillatrice o nasto adesivo.
Il plico così predisposto va inviato tramite ufficio postale, chiedendo di fare una raccomandata.

Cosa rischio se non effettuo il pagamento del Canone?

L'evasione fiscale viene punita con una sanzione pari a cinque volte il canone, l'iscrizione a ruolo, la notifica della cartella di Equitalia e il pignoramento (eventualmente anche il fermo auto).

[AGGIORNAMENTO APRILE 2016]

Il decreto del Canone Rai in bolletta è stato bocciato dal Consiglio di Stato. In riferimento al Canone Ordinario, vi invitiamo canone ordinario a contattare direttamente gli Uffici della Rai per la modalità di pagamento.  

Ricordiamo inoltre che invece, le modalità di pagamento del Canone Speciale RAI rimangono invariate rispetto all'entrata in vigore della Legge di Stabilità 2016.

[AGGIORNAMENTO MAGGIO 2016]

  Ecco come fare per disdire l'addebito in bolletta del Canone Ordinario per le strutture che pagano già il Canone Speciale (per non pagarlo due volte) 

http://www.leggioggi.it/2016/05/10/canone-rai-richiedere-lesenzione-via-pec-da-oggi-si-puo-come-fare/